cala

Il Palermo ci prende gusto.

Seconda vittoria consecutiva per gli uomini di mister Calandra e zona play-off ulteriormente avvicinata. Contro il Cittadella Pantelleria, vittoria sofferta per 4 a 2 e settimo posto in classifica.

Mister Calandra dà fiducia sin dall’inizio allo stesso quintetto che ha cominciato il match di sabato scorso in quel di Alcamo. Lupo centrale difensivo, con Ali e Picone sugli esterni e Ciminna pivot. In porta Costanzo. Nella prima frazione è il Palermo a dettare legge, giostrare il pallino del gioco e impostare le azioni offensive. Ed è il Palermo a sbloccare l’equilibrio: assist di Lupo e rete di Picone. I due si trovano a meraviglia e portano i rosanero in vantaggio, 1-0. La reazione degli ospiti è puntuale e letale. E’ capitan Petrillo a caricarsi la squadra sulle spalle riportandola in partita con la rete dell’1-1. E’ un fuoco di paglia, perché nel primo tempo il Palermo è padrone del campo e concede davvero poco agli avversari. A riportare i rosanero in vantaggio è Lupo, assistito alla perfezione da Tortorici: bella palla a secondo palo del numero 10 rosanero, che trova Lupo smarcato e libero di colpire. 2-1.

Sulle ali dell’entusiasmo il Palermo produce altri pericoli, grazie anche al neo-acquisto Costa: l’ex Sant’Isidoro fa subito capire di che pasta è fatto, e ne giova tutta la manovra dei padroni di casa. E’ proprio lui, a 5 minuti dalla fine, a portare il Palermo sul 3-1 con un diagonale di destro che Cinà non riesce a controllare. 3-1 e fine primo tempo.

Nella ripresa, il Palermo non entra mentalmente in campo. La paura di vincere una partita così importante attanaglia le menti dei rosanero, che lasciano il possesso del gioco agli avversari, che producono azioni offensive in ripetizione. Mister Calandra prova ad attingere dalla panchina per svegliare e spronare i suoi, ma con effetti non decisivi. A metà ripresa, Petrillo segna meritatamente per il Pantelleria. E’ la rete del 3-2 che riapre il match. Un minuto dopo, per proteste, il direttore di gara espelle Tortorici. A questo punto gli ospiti ci credono, ma in inferiorità numerica i rosanero restano uniti e compatti rischiando davvero poco. A tempo ormai scaduto, Costa riceve palla e serve a secondo palo l’accorrente Scimeca, all’esordio in C2: tiro di sinistro e palla che supera per la quarta volta l’estremo difensore del Pantelleria. 4-2 e tutti a fare la doccia.

Il Palermo accorcia la classifica e resta a 2 sole lunghezze dalla zona play-off.

Prossima sfida in programma al Tocha Stadium sabato 19 dicembre, alle ore 16, contro il Città di Marsala.

 

Ufficio Stampa

Palermo Calcio a 5

Comments

comments