Mister con la sconfitta di ieri è terminata la stagione della Juniores del Palermo. Qual è il suo personale bilancio?
Abbiamo chiuso la stagione con una ulteriore sconfitta, contro il Sant’ Isidoro. Devo dire che il nostro bilancio resta molto positivo. Ricordo che siamo al primo anno di Juniores e che siamo partiti senza ambizioni, ricevendo i complimenti delle altre società, per il nostro comportamento in campo e per il nostro gioco.
Quali sono le cose che rifarebbe e invece quelle di cui si è pentito e che non farebbe col senno del poi?
Rifarei tutto quello che abbiamo fatto fino ad ora, senza ripensamenti, quello che manca a questi ragazzi è un po di esperienza nella categoria.
Ha un rimpianto o un rammarico? O pensa che la stagione dei suoi ragazzi sia andata per il meglio?
Nessun rimpianto e nessun rammarico, questi ragazzi hanno lottato partita per partita dando sempre il massimo, mettendo in difficoltà squadre più blasonate.
Alcuni dei suoi ragazzi si sono messi in mostra in serie D e C2. Chi di loro è già pronto per il salto di categoria?
Dei miei ragazzi sono in tanti che si meriterebbero di essere inseriti in serie D o in C2, da Di Maria ad Amato, che sono già in orbita C2, per non dimenticare gente come Varrica, Porcelli Davide Di Maria e qualche altro ancora.
È fiducioso per le stagioni future? Il Palermo ha una buona base su cui poter lavorare?
Per il futuro sono molto fiducioso, abbiamo una base solida su cui per lavorare e ricordo che in questa Juniores sono 6 allievi su 12 in lista.
C’è qualcosa che vuole dire o ringraziamento da fare?
Devo ringraziare il mio Presidente, Salvo Messeri, il nostro dirigente Giuseppe Bartolotta e tutti i ragazzi che si sono impegnati negli allenamenti e in partita. A loro dico di restare uniti e compatti che il prossimo anno con l’inserimento di qualche innesto mirato riusciremo a fare meglio di quest’anno e toglierci qualche soddisfazione in più.
Ufficio Stampa
ASD Palermo Calcio a 5

Comments

comments