A portarlo nella società del presidente Messeri fu l’allenatore dell’allora Tochafootball (società che ha dato i natali al Palermo Calcio a 5) Massimo Rappa, nel Dicembre 2010.

Lo prelevò dalla Mabbonath per dare un po’ di esperienza a quell’armata Brancaleone che aveva messo su il presidente. Entrato nel cuore di tutti, Claudio Francavilla si meritò la fascia di capitano, in precedenza indossata da Saverio Calvaruso. In cinque anni ha segnato più di 60 reti, guidando in mille battaglie i suoi compagni, raggiungendo traguardi impensabili con un gruppo di scapestrati tutto cuore ed entusiasmo come la storica promozione in serie C2 e la vittoria dei Play-out nella stagione 2013/2014.

Dall’esordio fuori casa in Serie D a Termini Imerese nel Dicembre 2010 sono passati esattamente cinque anni, cinque anni indimenticabili che hanno scritto nel cuore di tutti pagine indelebili e creato legami indissolubili. Oggi la realtà del Palermo Calcio a 5 è ben diversa, una nuova società più corposa nella composizione e ambiziosa nei progetti. Claudio, compiuti i suoi 36 anni, dopo esser stato per anni la guida per i suoi compagni, ha deciso, dopo una stagione tormentata e attraverso riflessioni personali e un confronto con la società, di fare un ultimo gesto da capitano, ovvero quello di lasciare il testimone. La squadra, durante l’allenamento di giovedì, ha deciso che sarà Alberto Tortorici a guidare questo nuovo gruppo, potendo contare sul preziosissimo supporto di Andrea Lupo, suo nuovo vice. A Claudio Francavilla va il ringraziamento della società per l’impegno, la professionalità, l’attaccamento e il senso di appartenenza dimostrato fino in fondo durante questi cinque anni. Da parte del presidente Messeri, un abbraccio fraterno. Per lui, non si esclude un ruolo all’interno dello staff tecnico o societario.

In bocca al lupo a capitan Tortorici, siamo sicuri che sarai un gran capitano.

Comments

comments