“Difendere un campetto significa difendere un’idea di città e la possibilità di creare aggregazione sociale”.

E’ questo il motto degli organizzatori di Mediterraneo Antirazzista, che torna a Palermo ricominciando dai campi di calcetto da tempo lasciati al degrado e all’incuria generale. Ha sposato l’iniziativa anche il Palermo Calcio a 5 del presidente Salvo Messeri, che è riuscito ad avere la meglio contro Senegal e Ghana, qualificandosi per la fasi finali che si svolgeranno domenica al Velodromo “Paolo Borsellino”, altro impianto ormai lasciato al proprio destino.

La squadra messa in piedi dal presidente Messeri è composta da un mix perfetto di calciatori del Palermo Calcio a 5 (Davide Mineo, Scimeca e Di Maria) e tifosi rosanero tra cui Giovanni Tarantino, consigliere della 5° circoscrizione super-tifoso del Palermo e prossimo al coinvolgimento nella società del presidente Messeri.Una squadra creata senza pretese con lo scopo di divertirsi e promuovere l’integrazione tra i popoli. Pareggio 1-1 contro il Ghana e vittoria 2-0 contro il Senegal per la formazione palermitana.

Ma alla fine, si sa, in queste occasioni il risultato è l’ultima cosa che conta.

 

Ufficio Stampa

Palermo Calcio a 5

Comments

comments