E arriva l’ultimo fischio finale!
Si chiude con una gara pirotecnica questa lunga stagione rosanero. Vittoria per 11-8 in quel di Pantelleria per gli uomini di mister Calandra che con questi tre punti raggiungono quota 45 e, quindi, il terzo posto in classifica, per la felicità della società e del presidente Messeri che tanto ha fatto per mantenere fede alle aspettative di tutto l’ambiente rosanero. Peccato sia una soddisfazione dal retrogusto amaro per via del distacco di punti dalla seconda classificata che non consente lo svolgimento dei playoff ma poco importa, i numeri non mentono, è stato un primo anno esaltante da molti punti di vista. Il Palermo si piazza subito dopo lo Zero91 e il Real parco, le uniche due squadre con le quali non è andato a punti proclamandosi come terza forza del campionato. Terzo miglior attacco del girone con ben 134 reti segnati in trenta gare; tutta la rosa a segno, con Picone a quota quaranta reti e altri quattro giocatori in doppia cifra. Attenzione particolare va ai giovani della “cantera” rosanero: sono otto i debuttanti assoluti in serie C2, cinque dei quali si sono tolti la soddisfazione di andare anche a segno.
Passando al campo, una gara che ha divertito gli spettatori panteschi con un Cittadella che anche se retrocesso vuole chiudere nel migliore dei modi la stagione dimostrando di avere i valori per restare in questa serie. Primo tempo che in avvio vede passare in doppio vantaggio i padroni di casa grazie ad uno strepitoso Bason, che trafigge due volte in cinque minuti il buon Perdichizzi, bravo ad opporsi al tentativo di 3-0. I rosanero si riprendono dalla traversata notturna in mare e Picone suona la carica rispondendo anche lui con due reti che riportano la situazione in parità. Il Palermo ha diverse occasioni per passare in vantaggio ma il Cittadella è cinico e in palla e Maccotta trova la rete del 3-2 che manda tutti negli spogliatoi. Il secondo tempo è una partita zemaniana dove le due squadre si affrontano come due pugili, a viso scoperto, ribattendo colpo su colpo in una girandola di reti che solo il direttore di gara ferma al 60′ decretando la vittoria dei rosanero per 11-8. Nella ripresa Basone firma il suo poker, Tanania e Rizzo fanno il resto; per i rosanero gioia per Mariolo e Varrica a segno al debutto, per Ciminna ben tre volte a segno e capitan Lupo a chiudere il conto.
Una bella giornata di sport che ha rallegrato la domenica della ridente isola pantesca e fatto felici tutti i tifosi rosanero per il traguardo conseguito! Menzione particolare per Antonio Picone che con queste cinque reti chiude a quota quaranta in stagione e domani sarà premiato con il premio di “Uomo Fairplay dell’anno” durante la manifestazione “Oscar della sesta circoscrizione” per il gesto compiuto nel derby casalingo contro l’Atl. Palermo allorquando fece annullare un gol erroneamente assegnato ai nostri rosanero dal direttore di gara. Bravo Antonio.
Altri importanti risultati arrivano delle nostre piattaforme sul piano dell’engagment dei nostri canali mediatici, cifre importanti che attestano la qualità e la competenza del lavoro svolto da tutto lo staff messo su dal presidente Messeri, per la felicità dei nostri partner commerciali che hanno potuto usufruire di un importante vetrina per le proprie attività.

Comments

comments