Dopo aver messo a posto i vari tasselli dirigenziali, adesso la palla passa allo staff tecnico che si occuperà della vera gestione “sul campo”. A tal riguardo, il primo nome da ufficializzare non poteva che essere quello dell’allenatore. Confermato a pieni voti dopo la stagione scorsa, sarà ancora Claudio Calandra il condottiero del Palermo Calcio a 5.

Mister, sei stato ufficialmente confermato sulla panchina del Palermo Calcio a 5 anche per la prossima stagione. Per te è più un onore o un onere?

Direi entrambi. È una panchina prestigiosa ed il fatto di esser stato riconfermato mi inorgoglisce.

Rispetto alla passata stagione, adesso gli obiettivi della società sembrano più chiari e delineati. Puntate alla promozione in C1?

In realtà, anche la scorsa stagione era ben delineata e sia io che il presidente abbiamo sempre parlato di anno zero per ovvi motivi: nuovi giocatori provenienti da 4 squadre, nuova società e integrazione tra “vecchi giocatori ex tocha e nuovi”. È vero che ad inizio stagione abbiamo anche parlato di eventuali play-off, infatti se le prime due squadre non avessero fatto campionato a solo con il nostro meritatissimo terzo posto avremmo disputato gli stessi. Quest’anno mi sembra doveroso dover alzare l’ asticella e puntare al risultato finale per ottenere la C1.

Come valuti la stagione passata e come speri di iniziare e affrontare quella che sta per cominciare?

Direi che la stagione passata è stata assolutamente positiva per tanti aspetti: terzo posto, consolidamento della società, grande risultato da un punto di vista mediatico ma soprattutto aver dato spazio a ragazzi provenienti sia dalla serie D e addirittura ragazzi dalla juniores che hanno contribuito nelle ultime 8 gare ad essere la terza forza del campionato.

Da un punto di vista dell’organico a tua disposizione, sei soddisfatto o manca ancora qualcosa?

Sono pienamente soddisfatto, manca forse l’ultimo tassello ma, visto che ancora non abbiamo comunicato i nuovi arrivi, direi che la risposta è conclusa.

Dando uno sguardo rapido alle avversarie, quale pensi sia la squadra più attrezzata per la promozione in C1?

Ancora non sappiamo bene chi parteciperà al prossimo campionato e che squadre verranno attrezzate oppure se ci saranno delle “fusioni”, detto questo penso che il Villaurea, Bisacquino, Sporting Alcamo e Carini sono sempre squadre ostiche da affrontare con qualche anno di esperienza in più sulle spalle.

Cosa vuoi promettere ai tifosi del Palermo Calcio a 5 in vista della stagione alle porte?

Sia la società che lo staff tecnico lavorano sempre in sinergia e grande professionalità e dedizione, oltre alla passione e l’entusiasmo che sono i pilastri dello sport, ecco cosa prometto: impegno, passione per raggiungere traguardi sempre più gratificanti.

 

Ufficio Stampa

Palermo Calcio a 5

Comments

comments