Inizia con il piede sbagliato il 2017 per il Palermo Calcio a 5, che perde ancora una volta lontano dalle mura amiche in uno dei tanti derby cittadini.

Questa volta è il Villaurea ad avere la meglio sulla formazione rosanero, al termine di una partita molto vibrante, in cui i padroni di casa sono riusciti a sfruttare soprattutto due fattori: la maggiore capacità di concretizzare le palle gol avute, e la giornata di grazia del proprio portiere Costanzo, il quale ha ingaggiato uno splendido duello a distanza con l’altro estremo difensore, il rosanero Martino.

La giornata al PalaDonBosco era iniziata all’insegna del divertimento e della spensieratezza dei bambini della categoria pulcini sia del Villaurea che del Palermo, i quali si sono affrontati in una partita che ha fatto da apripista a quella che ha inaugurato il nuovo anno per i ragazzi di Calandra. Si comincia con una sola intenzione, quella di regalare un sorriso a Danilo Bongiovanni, costretto a casa dopo il brutto incidente della notte di Natale, e i rosa iniziano la gara attaccando a testa bassa, trovando però in più di un’occasione l’ostacolo Costanzo a dire di no, a rotazione continua, a Messeri, Manno, Graziano e Picone. Non si contano le palle gol ottenute dai ragazzi guidati da Calandra, non si contano nemmeno le parate del portierone dei biancoverdi, il quale tiene a galla i suoi prima della rete di Graziano che sblocca il match. Anche Martino si esibisce in alcuni pezzi di bravura, tra cui una parata in rovesciata, ma poi subisce la rete del pareggio su punizione. Palermo che tiene il pallino del gioco per tutto il primo tempo, che si chiude in parità.

Al rientro sul parquet prova a crescere un po’ il Villaurea, ma Martino si supera in un paio di occasioni. Poi è Salerno, all’improvviso, a sfruttare un facile giro palla dei rosanero e a riportare il punteggio sui binari preferiti dalla squadra di Calandra. Il vantaggio ottenuto induce il Palermo ad abbassarsi un po’ e a lasciare l’iniziativa in mano ai padroni di casa, i quali non si fanno pregare e lasciano passare una manciata di minuti prima di pervenire al pareggio. Partita senza più un padrone, nel gioco oltre che nel risultato, e biancoverdi che approfittano del calo dei rivali per continuare la loro avanzata, fino a trovare la rete del vantaggio, che si rivelerà decisiva. Incassato l’imprevisto doppio colpo, il Palermo torna ad attaccare a testa bassa, e solo la traversa ferma Mineo da pochi passi. Calandra nel finale passa al quinto uomo di movimento per cercare il pareggio, ma Costanzo abbassa la saracinesca e sigilla la vittoria in più occasioni. Sconfitta, dunque, per il Palermo calcio a 5 in questo avvio di 2017. Un’altra partita in cui i rosanero non sono riusciti a capitalizzare le tante occasioni create nell’arco dell’ora di gioco.

Ma nonostante il risultato negativo maturato al PalaDonBosco, la squadra può comunque celebrare la conquista di un posto in coppa Italia di categoria: è una prima volta per il club del presidente Salvo Messeri.

Comments

comments