La prima volta ha sempre un sapore speciale, specialmente dopo cinque giornate in cui nulla è andato per il verso giusto. Il Palermo Calcio a 5 lascia Bagheria portando con sè i primi tre punti della stagione. E coach Salvo Rizzo, al termine della gara contro il Bagheria Città delle Ville, non riesce a nascondere la soddisfazione per il risultato, ma ancor di più per la prestazione dei rosanero: “Abbiamo disputato davvero una buona gara, in particolare un ottimo primo tempo, soprattutto dal punto di vista dell’intensità di gioco, del gioco di squadra. Abbiamo dato una bella risposta. Sono arrivati i gol di Prestigiacomo, abbiamo ritrovato Guarino, Di Maria ha fatto una grande prestazione. La gara è andata bene, dopo il 4-1 ci siamo forse rilassati un po’ troppo e ci siamo fatti schiacciare, ci può stare. Loro sono risaliti fino al 4-3 e poi Mimmo l’ha chiusa. Devo dire che i ragazzi mi sono piaciuti molto perchè hanno finalmente fatto gioco di squadra a differenza delle gare precedenti. Si sono visti tanti sorrisi. Sembra che il vento sia cambiato, lo vedo negli occhi dei ragazzi. Ora ci serve continuità“.

Una continuità che sarà molto difficile – ma non impossibile – da trovare sabato prossimo, visto che al Tocha Stadium arriva il colosso Pro Nissa. Rizzo, da questo punto di vista, non si pone limiti pur essendo realista, visto che l’avversario è forte ma giocherà in condizioni a cui non è abituato. E soprattutto, il suo Palermo Calcio a 5 sta veramente bene, soprattutto di testa: “Il calendario non ci aiuta perchè giochiamo contro la Pro Nissa, una squadra che ha fatto 36 gol subendone solo 4. Forse è l’unica squadra che non avremmo voluto affrontare in questo momento perchè sembra una macchina da guerra. Noi abbiamo tanto entusiasmo, vorremmo fare il miracolo perchè è la classica partita in cui ti giochi tutto e rischi di farne parlare a lungo se le cose vanno nel verso giusto. Però chiaramente il morale è alle stelle anche se la classifica è brutta e ci capita il peggior avversario. Però ce la metteremo tutta e la stiamo iniziando a preparare. Speriamo che giocare in erba li condizioni e magari ci sottovaluteranno un po’. Noi ci siamo, si gioca 5 contro 5, la palla è rotonda“.

Comments

comments