Il Palermo Calcio a 5 concede un bis piuttosto sfizioso, andando a vincere sul campo del Palermo Futsal Eightyniners dopo aver espugnato, due settimane fa, il terreno di gioco di Bagheria. Prova ai limiti della perfezione da parte della formazione guidata da coach Salvo Rizzo, che è riuscita ad andare oltre il gol dell’immeritato svantaggio subìto dopo un buon primo quarto d’ora, e ha anche avuto la capacità di sfruttare i momenti giusti per agganciare e superare l’avversario, prima di effettuare l’allungo decisivo in avvio di ripresa. Con questi tre punti, il Palermo Calcio a 5 si mette alle spalle ben due squadre, e con esse l’inizio buio della stagione. Ora finalmente il campionato sembra sorridere alla formazione rosanero, che può decisamente pensare con più tranquillità alla sfida di sabato prossimo sul campo dell’Atletico Campobello.

Il Palermo inizia bene, con la giusta intensità e con la concentrazione che serve. Prestigiacomo e Di Giuseppe si rendono pericolosi fin dai primi minuti, ma il portiere Misuraca si supera: in particolare, fa gridare vendetta una tripla palla-gol avuta dal pivot rosanero e da Guarino, sempre con le opposizioni del portiere di casa. Scampato il pericolo multiplo, gli 89ers passano: buco centrale sfruttato al meglio da Cavaliere che serve Basile, Di Maria si supera ma nessuno lo aiuta sul tap-in di De Lisi, che sblocca la partita. Preso immeritatamente il gol, il Palermo Calcio a 5 continua a giocare come se nulla fosse, Bongiovanni trova il salvataggio di Corso sul suo tiro velenoso e i rosa sembrano vedere quella di Misuraca come una porta stregata. Poi entra Tuzzolino e fornisce la sua solita verve da baby quasi incoscente. Il laterale al 28′ se ne va sulla destra e spara un missile che si insacca sotto l’incrocio, dove Misuraca non può arrivare. I gialloblu sembrano in tilt, perdono palla nella loro area e Di Giuseppe ne approfitta per mettere a sedere Misuraca, segnare e portare i suoi in vantaggio all’intervallo.

Ci si potrebbe aspettare la rabbiosa reazione dei padroni di casa in avvio di secondo tempo, ma alla prima occasione arriva il tris del Palermo Calcio a 5: punizione dalla zolla preferita di Mario Molinaro, che incontra una deviazione sulla sua traiettoria prima di insaccarsi in maniera beffarda alle spalle di Misuraca. Gli 89ers provano ad alzare il livello del proprio gioco, Del Bosco manda in campo tutta la sua baby fanteria ma i rosanero sembrano proprio in giornata di grazia, come dimostra il contropiede dell’1-4: Di Giuseppe in profondità per Guarino, il quale serve al bacio Prestigiacomo, che coglie in controtempo Misuraca e segna il suo quinto gol. I 24 minuti successivi vedono i padroni di casa all’assalto della metà campo degli avversari, ma senza costruire niente di particolarmente pericoloso, se non con tiri dalla distanza che vengono respinti prontamente da Di Maria o dai difensori di coach Rizzo. Dalla panchina arrivano sempre aiuti importanti con freschezza e lucidità, il Palermo non soffre e può gioire ancora.

Comments

comments