Il 2018 del Palermo Calcio a 5 si apre così come si era chiuso l’anno precedente, ovvero con un risultato che ne mantiene l’imbattibilità, anche se stavolta arriva un pareggio. Al termine di una partita molto equilibrata e con tante occasioni da entrambe le parti, alla Grippi Impianti Arena finisce 2-2 tra i rosanero di mister Gritto e l’Enna Calcio a 5, formazione che ha dimostrato di aver pescato bene nel corso del mercato invernale, soprattutto con giocatori provenienti dal calcio a 11 ma che hanno comunque dimostrato di potersi adattare bene al campo più piccolo e ai ritmi più frenetici imposti dal futsal. È venuto fuori un pareggio che muove la classifica di entrambe le squadre, che per chi non ha visto la partita potrebbe far pensare a una grande occasione persa per il Palermo, ma che invece è giusto per quanto si è visto per i 60 minuti disputati sul green di via Oliveri Mandalà. Ancora una volta sugli scudi Mario Molinaro, autore della doppietta che ha illuso i padroni di casa, torna a volare tra i pali Martino, che torna dunque ad essere un perno importante per questa squadra.

Il Palermo si presenta in campo con diverse defezioni e con un roster decisamente accorciato, e nei primi minuti l’Enna prova a prendere campo con una certa insistenza, impegnando fin dall’inizio un Martino che si dimostra sveglio e spigliato già dalle prime palle-gol dei gialloverdi. I primi dieci minuti sono tutti di marca ospite, con i rosa che fanno fatica ad uscire dalla propria metà campo prima di iniziare a prendere confidenza e a creare gioco alla sua maniera. La palla circola in maniera sempre più fluida tra i piedi di capitan Messeri e compagni, arrivano anche le prime palle gol proprio con il numero 9 (un palo per lui) e con Guercio, ma manca ancora la precisione. Mister Grittoinizia a pescare dalla panchina, e poco prima dello scoccare dalla mezz’ora viene fuori la maggiore freschezza di Scimeca: l’esterno rosanero brucia la fascia sinistra e scarica al centro, velo di Messeri che libera Molinaro, il cui destro chirurgico batte Lo Pinzino e regala l’1-0 al Palermo. La buona gestione dei minuti finali del primo tempo consente ai rosa di andare in vantaggio all’intervallo di metà gara.

Si torna in campo dopo il riposo – meritato per entrambe le squadre – e ad uscire meglio dai blocchi è il Palermo, che a differenza del primo tempo inizia meglio la ripresa ma non trova il colpo del ko. A trovare la via della rete, allora, è l’Enna che sfrutta nel migliore dei modi la vena realizzativa di Liquefatto: il numero 9 gialloverde realizza la rete numero 12 del suo campionato trafiggendo Martino da posizione centrale. Tutto da rifare per il Palermo Calcio a 5, che però non perde la testa e torna a macinare gioco nella metà campo avversaria. Finchè non arriva un calcio di punizione leggermente defilato sulla sinistra: la mattonella perfetta per il destro di Molinaro, che trova anche l’aiuto di una deviazione e batte ancora Lo Pinzino per il nuovo vantaggio rosanero. I padroni di casa sfiorano ancora la rete del doppio vantaggio a più riprese, poi l’Enna cresce alla distanza e gli uomini di Giaimo trovano ancora il pareggio: grande azione individuale di Riccobene che salta due uomini e scarta il cioccolatino per Barbusca, che da pochi passi non può sbagliare. Martino è decisivo su Cassarà, Lo Pinzino risponde in spaccata su Mineo e sul destraccio di Molinaro. Poi arriva il triplice fischio, pareggio giusto.

Comments

comments