Parte una nuova avventura in casa Palermo Calcio a 5, ovvero quella della formazione Under 17 che inizierà oggi pomeriggio il proprio cammino nel campionato provinciale di categoria. La formazione allenata da Mario Cammareri giocherà oggi pomeriggio, sul prato del Tocha Stadium, contro la Academy Parma la gara valida per la prima giornata, e per i giovani rosanero sarà subito l’occasione per confrontarsi con una delle realtà più importanti del panorama calcistico palermitano. Ma sarà anche il modo per vedere in campo una squadra, come quella del Palermo Calcio a 5, che vuole ripartire dall’ottimo secondo posto ottenuto nella passata stagione sempre sotto la guida di Cammareri, con la beffa dell’assenza dei playoff nella formula della scorsa annata che non hanno consentito il salto di categoria.

Nel frattempo, in vista della partita di oggi pomeriggio (palla al centro alle 17.30), abbiamo voluto ascoltare proprio mister Mario Cammareri, il quale ci ha fatto una panoramica su questa Under 17 che è pronta a scendere in campo per iniziare la sua nuova stagione contro avversari davvero di ottimo livello: “Quest’anno abbiamo un parco squadre molto valido, ci sono squadre come Real Phoenix, Villaurea, Bagheria e Real Parco, che sono tutte di buon livello. Per quanto riguarda noi, possiamo parlare di incognita, di squadra ancora da definire. Rispetto all’anno scorso ho 8/10 del roster tutto nuovo, integrando anche quattro Giovanissimi che si sono comportati bene nella passata stagione. Essendo quasi tutti nuovi, bisognerà vedere il loro rendimento in campo. Oggi abbiamo la prima partita, mi auguro di fare bene e poi vedremo il risultato. Da questo dipenderà il nostro campionato, se sarà di vertice o meno“.

Dunque una squadra praticamente tutta nuova per mister Cammareri, il quale si augura ovviamente di poter ripetere la bella stagione scorsa ma al tempo stesso vuole prendersi del tempo per lavorare con questi ragazzi e capire fino in fondo fin dove ci si potrà spingere: “Il nostro obiettivo è quello di fare un campionato di vertice, ma ancora siamo un incognita. Magari ne possiamo riparlare tra 3-4 partite in base ai risultati che avremo fatto, poi potremo dire quale sarà il reale valore di questi ragazzi“.

Comments

comments