Buona la prima per il Palermo Calcio a 5, che debutta in questo triangolare 2 della coppa Italia di serie c1 di calcio a 5 superando il Palermo Futsal Eightyniners con il punteggio di 5-3. Una partita dura come ci si poteva aspettare, sia per i duri carichi di lavoro ai quali sono stati sottoposti i rosanero, sia per la freschezza e la durezza di un avversario che è venuto alla Grippi Impianti Arena per giocarsela a viso aperto, tanto da rimontare l’iniziale doppio svantaggio fino a riportarsi in vantaggio. Alla fine, però, la superiorità tecnica degli uomini allenati da coach Salvo Rizzo ha avuto la meglio e ha consentito al PC5 di godersi due settimane di riposo prima del terzo e ultimo turno, in cui si andrà a giocare sul campo del Bagheria Città delle Ville.

Mattatori di un caldo pomeriggio di inizio settembre sono stati Peppone Graziano e Antonio Di Giuseppe, un grande vecchio che ritorna e forse il più atteso tra i volti nuovi arrivati durante l’estate in casa Palermo Calcio a 5. Il grande stoccatore di ritorno ha aperto le marcature con una rete da grande opportunista, e ha avuto il merito di chiude i conti realizzando un tiro libero nel corso del recupero del secondo tempo. L’attaccante alcamese ha realizzato invece forse i due gol più importanti della partita: PC5 sotto di un gol dopo aver condotto la gara praticamente dall’inizio, ci pensa ADG7 a risolvere la situazione con due grandi realizzazioni, di grande levatura perchè realizzate praticamente in solitudine contro l’intera difesa degli 89ers. In mezzo anche la prima marcatura in maglia rosanero per Toni Fava, che aveva messo a segno il gol del momentaneo 2-0.

Vanno comunque fatti i complimenti al Palermo Futsal 89ers, che nel corso della gara finchè ha avuto energie ha messo in seria difficoltà il Palermo Calcio a 5, tanto da portarsi in vantaggio prima con la rete di Garofalo (lesto a sfruttare un buco nella retroguardia di coach Rizzo) e poi con la doppietta di Corso, che in entrambi i suoi gol si è dimostrato opportunista e scaltro nello sfruttare le occasioni avute. I gialli di coach Del Bosco hanno sicuramente buone qualità e potranno disputare un campionato di tutto rispetto, ma intanto tra sette giorni dovranno tornare in campo tra le mura amiche contro il Bagheria. A seguire saranno i rosa a giocarsi la qualificazione contro il club del presidente Scardina.

Comments

comments