Il Palermo Calcio a 5 riprende subito la marcia e va a espugnare il difficile campo Fernandez di Marsala. Per il Città di Marsala una sconfitta con l’onore delle armi per una prestazione con cui la squadra lilibetana ha gettato il cuore oltre l’ostacolo contro un avversario superiore sul piano tecnico. E alla fine, i rosanero hanno avuto la meglio sfoderando nel momento giusto le proprie armi migliori. E con la vittoria è arrivato anche il ritorno al gol di Danilo Bongiovanni, protagonista assoluto sul piano realizzativo per la squadra rosanero.

Si parte subito con i padroni di casa che mettono sul campo la loro intraprendenza fin dai primi minuti, Costanzo (al ritorno tra i pali) e Marretta provano a serrare le fila contro le scorribande offensive del Città di Marsala, pericoloso con alcune giocate che non hanno trovato la finalizzazione giusta. Dall’altra parte i rosa hanno visto una crescita graduale sul piano del gioco, poi mister Zapparata ha iniziato a pescare dalla panchina e ha trovato il vantaggio: Baucina recupera palla, vince un rimpallo, si presenta davanti a Scarpitta e lo batte con freddezza. La reazione dei biancoblu non si fa attendere ma rimane sterile, mentre dall’altra parte del campo va in scena il nuovo episodio del BongioShow. Due gol nel finale di primo tempo per il nostro numero 10, freddo nel modo giusto e capace di portare sul 3-0 un Palermo non esaltante, ma comunque solido.

In avvio di ripresa c’è spazio per il ritorno in campo in maglia rosanero per Mallia e per una chance di tripletta per Bongiovanni fermato da Scarpitta, ma da lì ai dieci minuti successivi sarà un monologo del Città di Marsala. A suonare la carica è soprattutto Piacentino, che approfitta nel migliore dei modi di un paio di incertezze in uscita da parte dei rosanero per trovare i gol che riportano i padroni di casa a una sola rete di distanza, oltre a restituire coraggio e fame alla propria squadra. L’ultimo quarto d’ora è da batticuore, tanti i falli da entrambe le parti con il Palermo che rischia in alcune occasioni. Zapparata manda in campo alcuni giovani tra cui Baucina e lo stesso Mallia che impegnano in maniera severa il portiere marsalese, ma anche dall’altra parte Costanzo è attento. Intanto arriviamo al finale, il Palermo ottiene un tiro libero pesantissimo: Bongiovanni è glaciale, piega le mani a Scarpitta e firma il pesantissimo gol del 2-4. Il Città di Marsala non molla, ottiene a sua volta un tiro libero che Piacentino trasforma.

Ma non c’è più tempo per la rimonta, arrivano tre fischi ma anche tre punti di peso specifico inquantificabile per il Palermo calcio a 5, che ritrova la vittoria, mantiene la vetta della classifica e riesce a espugnare un campo in cui la sconfitta era argomento sconosciuto da più di un anno per i padroni di casa.

Comments

comments