Un Palermo Calcio a 5 travolgente supera di slancio il Città di Marsala e prosegue nella sua caccia alla vetta. L’equilibrio sul campo della Grippi Impianti Arena è durato per i primi venti minuti di gioco, dopodichè è venuta fuori in maniera schiacciante la superiorità della formazione rosanero, che ha giocato sul velluto e ha imposto ancor di più il proprio gioco e la propria forza nella seconda mezz’ora di gioco. Così la formazione guidata da Roberto Zapparata ha potuto vincere con facilità contro una squadra che è venuta a Palermo con l’idea di dare filo da torcere e provare a portare a casa almeno un punto. Ma il Palermo Calcio a 5, giunto alla terza vittoria consecutiva tra campionato e coppa, non era d’accordo.

Come detto, l’inizio della partita è stato molto equilibrato. Anzi è stato il Città di Marsala a rendersi molto pericoloso in avvio, complice un Palermo Calcio a 5 non perfettamente a fuoco nei primi minuti. Ci vogliono due miracoli di Calamia per tenere il risultato in equilibrio, prima che la gara venisse sbloccata da Maikel Melville: magic moment per lui, a segno per la terza gara consecutiva. In ogni caso il Palermo non riesce a prendere il sopravvento, dall’altra parte Sabally e Fiorentino pungono la retroguardia rosanero e proprio dai loro piedi arriva la rete del pareggio. I rosa non si scompongono e basta un lampo del nostro capocannoniere Bongiovanni per rimettersi in vantaggio. Mister Zapparata guarda la panchina e chiama fuori Marco Casamento, il quale ripaga la fiducia con due gol nel giro di un minuto e mezzo. Questo uno-due da ko è di fatto lo spartiacque della gara, visto che da allora il Palermo viaggerà a velocità di crociera fino a destinazione. Nel finale c’è spazio per il 5-1 firmato da Fabio Mineo.

Nel secondo tempo Zapparata inizia a ruotare in maniera più ampia il proprio roster, senza perdere in qualità e pericolosità. Così i rosa segnano la sesta rete con Melville, per poi allungare in maniera costante nel corso della frazione. Dall’altra parte Calamia era ancora straordinario nelle occasioni in cui veniva impegnato, mentre in attacco riusciva a scatenarsi anche Antonio Baucina: nei pochi minuti in cui ha fatto da pivot, il giovane rosanero ha messo a segno una bella doppietta che portava il punteggio sull’8-1. Minuti di qualità e sostanza anche per un altro giovane, il classe 2000 Feliciello, mentre a seguire è arrivata la seconda gioia in due gare consecutive per Danilo Ciaramitaro, prima del sigillo messo da capitan Messeri e ancora da Mineo per chiudere una partita dominata dopo la sofferenza iniziale.

Così il Palermo Calcio a 5 vince ancora, resta a -4 dalla vetta della classifica e inizia a scavare un solco importante in chiave playoff: se il campionato finisse oggi, i rosa sarebbero secondi e in attesa della disputa della semifinale tra San Vito Lo Capo e Atletico Monreale – rispettivamente terza e quarta – per giocarsi la promozione in 60 minuti. Ma intanto c’è da pensare al prossimo impegno, sul difficile campo di San Vito Lo Capo.

Comments

comments