Seconda vittoria consecutiva per il Palermo Calcio a 5, che sul terreno di gioco dell’Extratime (di fatto a pochi passi dalla casa rosanero del Tocha Stadium) si sbarazza del San Gregorio Papa e prosegue la propria corsa all’inseguimento del Palermo Futsal Eightyniners che comanda la classifica. Prestazione solida da parte degli uomini guidati da Roberto Zapparata, che già nei primi minuti della gara creano quel gap che i padroni di casa non riusciranno a colmare nonostante un secondo tempo più vivace, in cui i rosa hanno concesso forse troppo. In ogni caso arrivano altri tre punti, che rappresentavano l’imperativo in vista dello scontro diretto del prossimo weekend.

Pronti via e il Palermo va subito in vantaggio con Melville, che dopo aver registrato il proprio sinistro riesce finalmente a bucare Caci. Il San Gregorio Papa attacca in maniera confusa e prova a opporsi come può alle folate rosanero, ricorrendo spesso al fallo e finendo in bonus dopo pochi minuti. Così gli ospiti riescono ad andare nuovamente a segno con il rientante Marco Casamento: il pivot aspettava questo giorno da un mese e scarica la sua rabbia prima col facile tap-in dello 0-2 e poi con il tiro libero del tris, gentilmente concesso da Bongiovanni. Già, Bongiovanni. Sembrava quasi che ci stessimo dimenticando di lui, e invece ecco le due zampate che regalano al Palermo uno 0-5 a dir poco rassicurante in vista della seconda frazione, mentre in casa San Gregorio Papa saltano i nervi per alcune decisioni arbitrali non condivise.

Si torna in campo dopo l’intervallo e il Palermo Calcio a 5 parte con il freno a mano tirato, cercando soprattutto di gestire le energie e lasciando l’iniziativa in mano ai padroni di casa, i quali più di pancia che con il fosforo arrivano frequentemente dalle parti di Calamia. L’ex portiere partinicese si oppone come può al peperino Ernandez (classe 2002) e a Zarcone, il quale in un paio di occasioni spreca da pochi passi. Entrambe le squadre finiscono in breve tempo al tiro libero: il primo lo calcia proprio Ernandez, ma colpisce la traversa, forse con la complicità della manona di Calamia. In ogni caso, il gol del San Gregorio è nell’aria e arriva con capitan Caruso, l’ultimo a mollare dei suoi, con un’azione degna di un caterpillar. Il Palermo non si scompone e, forse scosso dal gol, riprende a giocare e a segnare. Così, nei minuti finali arrivano i tre gol che sigillano il punteggio sull’1-8 finale: due volte Bongiovanni a segno dal tiro libero, preceduto dalla zampata da pochi passi del solito Daricca, il quale chiude una grande settimana con la tripletta al Salemi e quella in Under 19.

Finisce col Palermo che per la seconda volta in una settimana sale sull’ottovolante e ora può concentrarsi sulla sfida del Tocha Stadium contro gli Eightyniners. Una sfida ormai classica tra queste formazioni, che in sessanta minuti potrebbero giocarsi una buona fetta di promozione in C1.

Comments

comments