Una sconfitta dolorosa ma che non toglie tutte le speranza. Il Palermo Calcio a 5 cede il passo anche al Monreale Calcio a 5 ma può ancora sperare di accedere alle semifinali dei playoff promozione di Serie C1. La concomitante vittoria dell’Alqamah a Partinico, infatti, tiene tutte e quattro le squadre in piena corsa.

La partita inizia male per i rosanero, che concedono ingenuamente una punizione per passaggio indietro al portiere: ne approfitta Napoli che è il più lesto e batte D’Antoni. Partita molto equilibrata e con poche occasioni anche perchè le assenze (Daricca e Cutrona da una parte, Hamici dall’altra) negano estro e imprevedibilità ai due attacchi. Il Palermo ci prova soprattutto con Mineo e Bongiovanni, sulle cui conclusioni si oppone il grande ex Di Maria. Non è da meno D’Antoni sulle incursioni di Marchese e Napoli.

In avvio di ripresa gli uomini di Zapparata alzano il baricentro e lavorano di più col pressing sulla prima palla. Ne consegue un Palermo più pericoloso soprattutto con Bongiovanni che impegna ancora il suo ex compagno di squadra. Ma ancora una volta i rosa peccano di ingenuità e su una brutta palla persa in uscita Catalano firma lo 0-2 che suona come una condanna. I padroni di casa non mollano, colpiscono una traversa con Sorrisi e trovano proprio al 60′ il gol con Rizzuto.

Non c’è però tempo per imbastire una rimonta, il Monreale passa al Tocha Stadium e si mette in tasca l’accesso alle semifinali. Ora il Palermo dovrà vincere sul campo dell’Alqamah sabato e confidare in una vittoria degli uomini di La Bianca (anche con un buon margine) ai danni del Caresse Partinico. Missione difficile, ma non impossibile.

Comments

comments