Il Palermo Calcio a 5 si ferma al cospetto del Real Termini, squadra molto solida e ben allenata da Vincenzo Marsala, divenuto ormai un’autentica bestia nera per i colori rosanero. Il terzo impegno in una settimana, oltre alla bravura degli avversari, sono tutti elementi che motivano in maniera profonda il ko dei palermitani, che cedono con il punteggio di 2-4.

I termitani dimostrano fin da subito la loro maggiore freschezza atletica e vanno in vantaggio con Dell’Aria, abile a battere il rientrante Costanzo con una bella conclusione. Il Palermo prova a reagire ma manca di mordente in fase realizzativa. Quel mordente che non manca a Cassar, cannoniere degli ospiti che raddoppiano a metà frazione. Ai rosa manca anche un po’ di fortuna, lo si capisce subito quando Marretta, nel tentativo di liberare l’aria su un palla messa in mezzo da Lembo, mette in rete lo 0-3.

Nella ripresa gli uomini di Zapparata provano a cambiare marcia ma incassano il poker che di fatto chiude la partita. A questo si aggiunge anche l’espulsione di Costanzo, reo di aver toccato la palla con un braccio fuori area: decisione severa che priva il Palermo del suo portiere per la trasferta di Bagheria. I rosa comunque non mollano e trovano due gol nel finale con Daricca e con il tiro libero di Cutrona, che pochi minuti prima aveva colpito un palo clamoroso.

Finisce 2-4, per il Palermo è la prima sconfitta interna della stagione ma i rosa restano in piena zona playoff. Sabato prossimo impegno non semplice sul campo dell’Olimpia Casteldaccia, squadra da prendere con le molle.

Comments

comments