Secondo pareggio consecutivo per il Palermo Calcio a 5, che racimola un punticino dal campo del sempre ostico Caresse Partinico in un’altra gara in cui i rosa sono stati costretti a inseguire.

Dopo pochi minuti, infatti, i padroni di casa sono passati in vantaggio con il giovane Passannanti, ben imbeccato dal bravissimo Oliva, un autentico spauracchio in alcuni frangenti per il quintetto palermitano. Roberto Zapparata, grande ex della partita, prova a riorganizzare la squadra che in più occasioni va a un passo dal pareggio, anche se manca sempre la zampata decisiva. Sgarlata e Bongiovanni sono i più pericolosi, con il portiere Abbate sugli scudi.

Nel secondo tempo si assiste quasi a un monologo del Palermo, con il Caresse che bada a proteggere i suoi ultimi metri di campo per poi provare a ripartire in contropiede. In una di queste circostanze Oliva colpisce un clamoroso doppio palo. Tuttavia dall’altra parte sono tante le palle gol, ma ci vuole una invenzione di Mineo per portare al pareggio di Lanza. Nel finale c’è la grande occasione per il sorpasso: fallo dell’ex Cutrona su Maniscalco, tiro libero calciato ancora da Lanza che però manda la sfera fuori.

Sabato prossimo il Palermo tornerà in Contrada Valguarnera per affrontare il Caresse, questa volta in Coppa Italia.

Comments

comments